Cavaliere del pene.


Se non volete averne, non continuate a leggere.

cavaliere del pene

Sinceramente visto il teaser del rifacimento 3D dei Cavalieri dello Zodiacoo Saint Seiya per noi non copulanti, la rimozione del pene di Andromeda ci sembra il minore dei problemi. È molto più tragico che Seiya dica "Insieme possiamo fare tutto" come un Paw Patrol qualsiasi di un pene reciso per questioni di correttezza politica.

In cavaliere del pene quello del povero Shun è solo un corpo in affitto, mentre quello del dio è al sicuro e ben conservato nei Campi Elisi, pene compreso.

cavaliere del pene

Del resto ci sembra che cavaliere del pene scelto il cavaliere di Andromeda per la quota femminile sia problematico proprio in termini di politicamente corretto. Ossia, si tratta di una scelta talmente scontata che l'avrebbe potuta fare senza troppi drammi anche un nazista dell'Illinois.

Il premier non è impotente, anzi, è perfettamente funzionante. Da mettersi in fila e pagare il biglietto. Il civilista del premier Fabio Lepri studio Previti intravede un "animus diffamandi" in vari articoli che mettono in dubbio l'efficienza degli apparati riproduttivi dell'illustre cliente presentando "il dottor Berlusconi come soggetto aduso a pretese iniezioni sui corpi cavernosi del pene o affetto da problemi di erezione".

In fondo le battute sul povero Shun si sono sempre sprecate e ora gli autori, con un colpo di genio degno di un cane che beve la sua urina, le hanno trasformate in realtà. Di nostro li immaginiamo riuniti in conclave chiedersi in preda al sacro furore creativo: "A chi lo tagliamo? Vogliamo dire che c'è da apprezzarli davvero, perché in un colpo solo hanno scontentato sia i fan della serie originale, sia quelli che proprio in nome dell'inclusività vedranno nella trasformazione di Shun il simbolo di tutti i luoghi comuni culturali che normalmente avversano.

Ikki diventa in un colpo solo un fratello maschilista che difende la povera ragazzina piagnona Ora non fraintendete, perché di nostro consideriamo importante lavorare sull'inclusività, ma vorremmo che fosse un lavoro culturale intelligente e non un cambiare sesso ai personaggi tanto per fare.

Ad esempio si sarebbe potuta dare maggiore importanza a Tisifone e Castalia, oppure si sarebbe potuta rendere Saori meno passiva, o ancora si sarebbero potuti introdurre personaggi femminili inediti, magari presi dalla mitologia greca ce ne sono tanti di poco utilizzati.

cavaliere del pene

In fondo sarebbe bastato fare qualcosa di davvero nuovo invece di un reboot delle dodici case in 3D per avere maggiore libertà ed evitare certe rimostranze.

Detto questo, sicuramente non morirà nessuno per Shun donna, cavaliere del pene nessuno andrà a toccare la serie originale, ancora facilmente reperibile, ma è inevitabile vederla come una soluzione troppo facile per un problema che nessuno si era posto.

Domenica, 3 maggio - Il "Cavalier cazzo" e Contagion, poi Conte e i congiunti, e un po' di Covid di Mirco Maggi Sono stati due mesi difficili per tutti, e la lunghissima, e interminabile, quarantena, ha fiaccato ognuno di noi. Ma non dobbiamo cadere sull'ultimo metro, non dobbiamo arrenderci proprio adesso.